Mi manca la parola…ci pensa Visuwords.


VisuwordsPare proprio che il dizionario sia un regalo utile a tutti. No, non è una presa in giro. Insomma quante volte vi è capiato di dover scrivere o tradurre qualcosa e di non trovare la terminologia adatta al contesto entro il quale volevate inscriverlo? Beh, non so voi ma il sottoscritto, volete perchè è un logorroico conclamato e uno scrittore “sinonimi e contrari” dipendente ha apprezzato molto questo “regalo” che, “spulciando” in rete ha trovato e che gli è stato utile in numerose traduzioni.

Quindi cari i miei dinoamatori, ho il piacere di presentarvi Visuwords. Visuwords è un dizionario che funziona come la nostra mente. Il suo utilizzo è davvero elementare in quanto vi basterà digitare nell’apposito spazio la terminologia che ha stimolato e premendo il pulsante “invio” vedrete materializzarsi sullo schermo del vostro personal computer una esauriente schematizzazione che, partendo dalla parola stessa, si diramerà in una sequela di spiegazioni nonchè di legami con altre parole e concetti che riprenderebbero lo stesse modalità di connessione che utilizzerebbe il nostro cervello. Quello mostrato è il diagramma oggettivo da questo “siterello” ben strutturato e graficamente composto di una semplicità mirata. Perchè mirata? Perchè il sito mostra connessioni al termine che non abbiano natura soggettiva, quindi quelle create e desunte dalla propria esperienza personale, ma fa di uno strumento basilare l’oggettività entro la quale potrete trovare tutto ciò che riguarda quel termine stesso.

Si potrebbe definire una sorta di viaggio, entro il quale si possono incontrare tappe fatte di “sinonimi e contrari” e che potrebbe portarvi dalla parola “relax” a “vegetable”( verdura). Unica pecca? Coloro che non posseggono la padronanza della lingua anglosassone non se ne faranno nulla. Non c’è che da sperare in un successo di questo sito talmente sensazionale da muovere gli ideatori ad avvalersi di altre traduzioni. Magra consolazione avrete qualora vi salti in mente di digitare il nome “Italia”, la cui presenza vi riporterà a terminologie culinarie come “al dente” e ad una piccola rivalsa…di luoghi comuni come “pizza” e “mandolino” non v’è traccia, almeno qui.

Autore: Whirly2481

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *