Bulgari solidale con Save the Children!


save the childrenNell’ambito delle iniziative in programma nel 2009 per festeggiare il 125° anniversario dalla sua fondazione, Bulgari ha deciso di sostenere la campagna “Riscriviamo il Futuro” di Save the Children, la più grande organizzazione internazionale indipendente per la difesa e la promozione dei diritti dei bambini presente in oltre 100 Paesi nel mondo.

La casa di gioielli più famosa del mondo ha deciso di dare il proprio contributo a Save the Children con l’obiettivo di raccogliere 10 milioni di Euro entro la fine del 2009, di cui 1 milione di Euro verrà donato anticipatamente da Bulgari all’organizzazione, mentre la cifra rimanente verrà raccolta nel corso del prossimo anno.

Simbolo per eccellenza dell’impegno di Bulgari a fianco di Save the Children e tributo alle origini di argentiere di Sotirio Bulgari, fondatore dell’azienda, sarà un anello in argento creato appositamente per la campagna e recante all’interno l’incisione del logo di Save the Children.

L’anello sarà in vendita dal 1° febbraio al 31 dicembre 2009 in tutti i negozi Bulgari del mondo, in alcuni selezionati department stores e sul sito Internet di Bulgari dedicato all’e-commerce e attivo negli Stati Uniti al prezzo di 290 Euro (IVA inclusa) di cui 50 Euro saranno devoluti alla campagna.

Oltre all’anello, per l’occasione verrà anche sviluppata una collezione di 15 esemplari di alta gioielleria e 8 di alta orologeria, del valore complessivo stimato di 3 milioni di Euro. Tale collezione di gioielli e orologi sarà poi presente in eventi Bulgari di alto profilo in tutto il mondo per diventare infine protagonista di un’asta che si terrà il 7 dicembre 2009 a New York e il cui ricavato sarà interamente devoluto a Save the Children.

Tutte le iniziative collegate all’operazione saranno totalmente senza fini di lucro per il Gruppo Bulgari.

P.S. Sembra che la pratica di destinare una parte del proprio budget a iniziative solidali sia sempre più diffusa fra le aziende e questo non può che far piacere. Una ricerca realizzata da Save The Children in collaborazione con Doxa dimostra proprio questo, rivelando che almeno un quarto degli italiani riceve dalle aziende comunicazioni riguardo alle iniziative solidali da esse sostenute. Leggi di più

donato

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.