Tante idee per un Natale equo-solidale

Natale 2008Sempre più spesso si dice che il Natale ha perso il suo significato e che è diventata soltanto una festa in cui il consumismo fa da padrone. Però fa piacere a tutti fare e ricevere i regali. Quindi, per ovviare al problema del consumismo fine a se stesso si potrebbe ricorrere a doni che, oltre ad essere belli e utili, non siano fonte di sfruttamento per chi ha prodotto o realizzato un determinato oggetto.

Da anni hanno ormai preso piede anche in Italia i cosiddetti mercati “equo-solidali”, cioè quei negozi o rivendite che espongono soltanto prodotti provenienti da varie parte del mondo, e realizzati senza sfruttamento della manodopera e venduti a prezzi assolutamente competitivi, se non inferiori, a quelli di “marca”. Anche il web si adeguando a questa nuova tendenza. Ne è un esempio il sito www.altromercato.it che presenta una serie di prodotti costruiti o coltivati dai contadini del sud del mondo, nel rispetto dell’ambiente e delle persone che hanno lavorato alla realizzazione degli articoli.

Ma cosa si può trovare nella “bottega del mondo altromercato”? Sicuramente panettoni, torroni cioccolatini, tutti a base di ingredienti biologici, ma anche spezie, noci, arachidi e uvetta. Non mancano neanche i classici addobbi natalizi e i presepi, decorati dagli artigiani del Sud America o dell’Asia, e gli originali cesti intrecciati a mano per confezionare i vostri prodotti. Per quanto riguarda l’artigianato sono disponibili giochi per bambini e coordinati di bigiotteria e gioielleria. Ma non è finita qui: nella bottega dell’altromercato si possono trovare saponi artigianali, agende, calendari, ricettari, testi di approfondimento sul “mondo equo-solidale” e tanto altro ancora.

Daniela C.

Leggi Anche..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *