Regalare una canzone personalizzata!

canzone personalizzataIn questa nuova società che tira avanti a pane e consumismo, è capitato a tutti di dover esprimere a qualcuno il proprio affetto in forma solida. Un regalo, certo! Ma cosa gli regalo? Panico. Quante volte ho corso per negozi, appiccicato il naso alle vetrine, fatto domande indiscrete alle commesse innervosite… con l’unico risultato di dovermi accontentare. Il problema è che siamo tutti tremendamente pigri, le nostre idee lo sono! E siamo tutti così convinti che un regalo sia necessariamente qualcosa di materiale. Ma chi lo ha detto? Da oggi si può regalare la musica! Ebbene sì. Vi ricordate le care vecchie serenate? Ci siamo tutti imbattuti almeno una volta in quelle tenere coppiette prossime al matrimonio che sono ancora capaci di regalarsi semplicemente delle emozioni con delle canzoni. Detto fatto: da oggi puoi dirglielo con una canzone. Non serve più chiamare un cantante o un musicista, puoi rivolgerti direttamente ai compositori e ai parolieri che scriveranno una canzone appositamente realizzata per te!

Basta compilare un test di qualche domanda in cui indicherai i suoi gusti, cosa ama, cosa vorresti dirle o dirgli, e ti verrà consegnato tutto in un bel CD professionale. Ci sono diversi siti sul Web che offrono un servizio del genere, fra cui http://www.canzonisumisura.it/ in cui si può scegliere il livello di personalizzazione del brano, o anche www.artestudio53.it/latuacanzone.htm in cui si ha la possibilità di raccontare una storia, la vostra storia, e sentirne realizzata una canzone per l’occasione! Interpreti ed artisti professionisti metteranno le loro capacità a tua disposizione per compleanni, anniversari o altre festività, evitandoti di correre all’ultimo minuto per i centri commerciali, oramai tutti uguali, a cercare qualcosa di originale che di originale non ha più nulla… neanche il prezzo! Regalare una melodia, dei versi, trovo sia una cosa bella, semplice e sorprendente. In fondo non è detto che un regalo debba essere per forza qualcosa da scartare, no?

Manuel S

Leggi Anche..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *