La vita simulata di The Sims 3

the sims videogameDa quando è nato ha fatto innamorare ben mezzo miliardo di persone ed è diventato un vero e proprio strumento didattico, tanto da essere usato da molte università a livello mondiale, due esempi su tutti: l’Università della California e la Facoltà di Economia della Cattolica di Roma. Stiamo parlando del videogioco The Sims, da poco arrivato alla terza serie. The Sims 3 è il nuovo capitolo della serie di giochi di simulazione ideati da Will Wright, apparsi per la prima volta nel 2000; questi videogiochi devono il loro nome proprio dal fatto che sono “simulatori” di vita, dove i personaggi, in tutto e per tutto simili agli umani, vivono la loro vita come quella di ognuno di noi. Qualche esempio? Devono trovarsi un lavoro, la casa, guadagnare soldi (che si chiamano simoleon), sposarsi ed avere figli. Volendo, è possibile creare da soli i vestiti, i mobili e scambiarli con gli altri “giocatori” on line.

I numeri per The Sims 3 sono da capogiro: distribuito in 60 paesi, tradotto in ben 26 lingue, realizzato grazie alla collaborazione di oltre 100 persone, oltre 700 milioni di Sims realizzabili per un videogioco che è praticamente un vero e proprio simulatore di vita.

Te Sims 3 è il gioco adatto a chi non ama porre freni alla creatività e all’inventiva.

Daniela C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *