Le candele galleggianti

Le candele galleggianti

Perfetto regalo estivo del fai da te, ideale per una cara amica o una parente ma anche per un amico che è andato a vivere da solo o a convivere, sono indubbiamente le candele galleggianti: si avete capito bene, quelle simpaticissime candele che in una bella serata estiva, rallegrano le cene in giardino con gli amici, oppure che danno quel tocco in più ai dopo cena davanti alla tv …

Insomma quelle simpaticissime, tenerissime e decisamente fashion candeline galleggianti,che fluttuano all’interno di ciotole colme d’acqua, creando suggestive atmosfere in casa o fuori, grazie alle piccole fiammelle che si rispecchiano nell’acqua: un regalo davvero da urlo che fa tanto “di tendenza”, decisamente originale e che sarà indubbiamente apprezzato.

La domanda quindi rigorosa è ma come fare le candele galleggianti, come si creano? Ebbene, per fare le candele galleggianti si possono usare semplicemente stampini di vario tipo ma anche semplici bicchieri, vasetti o contenitori che si recuperano in casa o ancoraformine per biscotti … ampio spazio alla fantasia ed ovviamente la cera per creare la vera e propria candela, partendo da materiali quali la cera, l’olio da cucina, un pezzetto di spago come stoppino ed il pennello.

Quanto quindi al procedimento per creare le candeline è necessario prendere lo stampino prescelto ed ungerlo con un pennello intinto nell’olio da cucina, onde evitare che la cera si attacchi allo stampo, dopo di che posizionate il pezzetto di spago nel centro della formina, a fare da stoppino, bloccandolo con uno stecchino.

Preparare nel contempo la cera, scaldandola a bagnomaria, portandola ad una temperatura di circa 80°C; quindi versarla fusa nello stampo, facendo attenzione a non lasciare che siformino le bolle d’aria e non da meno, a non ricoprire lo stoppino, che è importante rimanga dritto, dopo di che lasciar raffreddare la candela a temperatura ambiente ed infine riporla in freezer fino a che si sarà completamente raffreddata

A questo punto tirare delicatamente lo stoppino, onde staccare la candela dallo stampino, assestando altresì un leggero colpetto al fondo del contenitore; non resta quindi che confezionarle in un pacchetto regalo riempito di pagliuzza onde evitare che le candeline si rompano … non sia mai! La festeggiata o il festeggiato di turno, una volta aperto il regalo non farà altro che riempite una ciotola con dell’acqua e sistemarle all’interno, lasciandole dolcemente galleggiare, provvedendo infine ad accendetele: ora non resta che godersi lo spettacolo!

 

Melacotta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *