Lo sciroppo di mandarino e … vaniglia

Lo sciroppo di mandarino e ... vanigliaPer tutti gli amanti del fai da te ed in particolare dell’arte del cucinare, ecco oggi come preparare una ricetta davvero prelibata ma attenzione … non si tratta della solita torta o dei soliti biscottini ma di un prelibato nettare … di uno sciroppo a dir poco delizioso: lo sciroppo di mandarino e vaniglia!

Lo sciroppo di mandarino e vaniglia è infatti uno sciroppo e quindi “una bottiglia” che ben si presta ad essere regalata in occasione di un compleanno, un anniversario e perchè no, in occasione del prossimo Natale, come prelibato regalo da trovare sotto l’albero illuminato a festa, quale dolce pensiero per tutti i papà, gli zii, gli amici o i “semplici” conoscenti ai quali si deve comunque fare un “presente”.

Qualunque sia il caso ed il destinatario, ecco comunque gli ingredienti necessari a preparare questo delizioso sciroppo di mandarino e vaniglia, che essendo peraltro analcolico si presta tranquillamente come perfetto dono per tutti:

  • 1,5 kg. mandarini ben maturi;
  • 1 limone;
  • 380 grammi di zucchero semolato;
  • 1 stecca di vaniglia;
  • 1 bottiglia di vetro da 1 litro dalla forma simpatica;
  • 1 nastro regalo;
  • 1 bigliettino di auguri

Quanto ora alla preparazione di questo sciroppo al mandarino e vaniglia, ecco come procedere passo-passo alla sua preparazione:

  • spremere anzitutto i mandarini assieme al limone, quindi versare il succo ottenuto in una pentola assieme allo zucchero ed alla stecca di vaniglia;
  • far cuocere il tutto fino a raggiungere l’ebollizione e si formerà la classica schiumetta in superficie, che andrà prontamente eliminata, proseguendo la cottura per altri 10 minuti, mescolando fino a che il composto non si sia raddensato;
  • togliere ora il composto dal fuoco e filtrare lo sciroppo attraverso un colino, raccogliendolo nelle bottiglie e versando i semini della vaniglia ottenuti incidendola per il lungo;
  • chiudere ermeticamente le bottiglie e conservare in ultimo lo sciroppo al buio;
  • non resta che confezionare la bottiglia con tanto di fiocchetto e biglietto di auguri, sul quale è bene non dimenticarsi di indicare che lo sciroppo, essendo di produzione genuina se ben sigillato si conserva massimo per due mesi in un luogo pulito, buio ed asciutto: tanti auguri e cin, cin!

 

Melacotta

Leggi Anche..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *