Idea regalo: uomo o donna?

 

le differenze nei doni maschili e femminili


Il regalo per lui deve essere diverso dal regalo per lei: questo lo si sa da sempre. Uomo e donna sono differenti anche nel modo in cui
intendono il dono.
Quando un uomo scarta un pacco regalo per il suo compleanno pensa innanzitutto alla sua utilità per se stesso: per azzeccare un’idea regalo maschile dovrai chiederti, quindi:
“è utile? è qualcosa che ha già o gli manca? incontra i suoi interessi?”

non è così difficile capire quali passioni ha un uomo: se un lui parla ad una lei per dieci minuti, otto di questi li avrà spesi per
parlarle di ciò che gli interessa, il restante per fingere di elargire attenzione verso ciò che lei sta dicendo.
Se il dono non cattura la sua attenzione, sarà altrettanto facile scoprirlo: ringrazierà distrattamente e poggerà il pacchetto con tanto
di carta decorata e bigliettino preparato a mano sulla prima superficie d’appoggio a portata di braccio.

Nei regali per lei, invece, tutto ha importanza: la carta, il biglietto, il pacchetto, la frase d’auguri, il luogo in cui glielo dai,
il tempo che faceva il giorno che gliel’hai dato e, infine, il regalo stesso. Tutto sarà conservato nella sua memoria implacabile e la carta e il biglietto finiranno in qualche
cassetto, se sono belli. Questo non significa che non conti l’idea o l’utilità: solo che, per lei, la domanda da porti non è tanto
“quanto le serve questo dono?”, ma piuttosto “come la farà sentire?“. La risposta dovrebbe essere: la farà sentire più bella,
più leggera, più pratica, più intelligente, più “qualche cosa”, insomma.

Se non sai cosa regalarle e sei il suo partner è facilissimo.. cerca di pensare a cosa ti ha detto nei giorni precedenti alla festa:
sicuramente ti ha parlato in tutti i modi di cosa le piacerebbe, magari anche indicandolo mentre passavate vicino ad una vetrina. Solo che non te lo ricordi.
L’idea regalo non è buona? anche in questo caso sarà facile scoprirlo: più ti ringrazierà (magari senza abbracciarti o toccarti) e più
quello che hai scelto le fa proprio schifo.

Dimenticavo: spero che nessuno prenda troppo sul serio quello che ho scritto fin qui. 🙂