Auguri Di Natale

 

Come dire “Buon Natale” in un modo un po’ diverso

 


 

biglietto auguri natale A Natale gli auguri sono d’obbligo. Come fare perchè non diventino scontati, noiosi, standardizzati? Basta ragionarci un po’ sopra e qualche dritta possiamo darvela noi. Per ogni consiglio abbiamo indicato i pro (“OK“) e i contro (“KO“). Buon divertimento…

Auguri in tutte le lingue del mondo

Innanzitutto, in particolar modo sui biglietti, si può dare un tocco di internazionalità agli auguri semplicemente facendoli in altre lingue. Potrete scegliere di essere più nordici augurando un Buon Natale con un Gledelig Jul in olandese, oppure più esotici con un Maligayan Pasko in Filippino. Vi sentite più in vena asiatica? Allora fateli in Cinese (Cantonese) con un Gun Tso Sun Tan’Gung Haw Sun oppure in Giapponese con un Shinnen omedeto. Kurisumasu Omedeto . Insomma: avrete di che sbizzarrirvi.

Ecco qualche altro augurio internazionale:

Albanese: Gezur Krislinjden

Arabo: Idah Saidan Wa Sanah Jadidah

Esperanto: Gajan Kristnaskon

Francese: Joyeux Noël

Spagnolo: Feliz Navidad

Greco: Kala Christouyenna! Hamish

Hawaaiano: Mele Kalikimaka

Tedesco: Fröhliche Weihnachten

Per la lista completa, potete vedere qui

Vi sentite già più globalizzati, vero?;)

OK= coglie in pieno lo spirito natalizio della fratellanza: cittadini del mondo.

KO = in presenza di madre lingua, si pone un serio problema di pronuncia corretta: muro del pianto.



Auguri con puzzle on-line personalizzati

Nell’era di Internet, perchè non fare gli auguri con un puzzle personalizzato? C’è un servizio, JigSaw semplice ma efficace, in cui è possibile caricare la propria foto e trasformarla in un puzzle risolvibile on line. Forse non è nulla di eclatante, ma è certamente un modo più originale di fare gli auguri di Natale. Dovete farli alla vostra dolce metà? Prendete una foto che vi ritrae insieme, magari modificata con l’aggiunta della scritta AUGURI! tramite il Paint di default del vostro Windows, oppure con il suo corrispettivo su un Macintosh (o con programmi più seri come Photoshop o Gimp ) e utilizzate JigSaw (o altri servizi simili) per spacchettarla a mo’ di puzzle. A quel punto mandate il link via mail al destinatario, che potrà divertirsi a ricomporre l’immagine direttamente dal sito.

OK= alternativo, curioso e poco conosciuto: quasi nicchia

KO= non resta un ricordo materiale: memoria corta

 

Auguri in una frase

Il dono della sintesi non appartiene a tutti, tantomeno quello dell’originalità. E allora le scelte sono tre.

•  Passare le notti in bianco pensando a qualche frase da scrivere (su un biglietto, in una mail, su una cartolina, ecc.) che appaia efficace, graziosa e diversa dal solito.

•  Scrivere un banalissimo “Auguri, buon Natale!” e spacciarlo come stile minimal.

•  Prendere spunto da chi ne sa di più.

In relazione all’ultimo punto, il bacino da cui pescare è ampio. I siti che offrono frasi per auguri sono molto diffusi. Basta cercare un po’ in rete per trovarne molti. Spesso, questi portali offrono anche la possibilità di inviarli direttamente via mail, quindi la comodità non manca.

Qualche esempio?

Farti gli auguri è come voler essere una specie di folletto buono e simpatico che ha il potere di esaudire ogni tuo desiderio di felicità e serenità e la parola magica è sempre la stessa…TANTI AUGURI!

Natale è armonia e l’armonia comincia con un sorriso. Che tu possa sorridere tutti i giorni della tua vita!  Auguri  di un sereno Natale.

Auguri per ogni sorriso che ti farà star bene, per ogni sogno che vorrai realizzare, per ogni bacio che ti scalderà il cuore… auguri per un anno nuovo ricco di sorprese e momenti stupendi…

 

OK= limitano il logorio della mente e i vostri auguri rimarranno impressi: nuovi Ungaretti crescono

KO= se scegliete i primi in lista, al primo giro in rete il vostro suggeritore segreto rischia di essere scoperto: Wikileaks